Il viaggio

Il viaggio non cambia mai, come al solito una vasta pianura senza ombra di confine, la luce abbagliante del sole rende tutto il paesaggio più arido e soprattutto più desolato: non si vede anima viva per più di centinaia e centinaia di chilometri.

M’impressiona la strada diritta fino all’infinito e ai lati del pulmino queste pianure completamente spoglie di vita, salve le piantine che (non so per quale motivo) rimangono in vita con questo calore. È anche molto curioso quanto tempo occorre per asfaltare queste rute, quanto petrolio e asfalto occorre per poter rendere così scorrevoli queste strade.

One thought on “Il viaggio

  1. amores ¡¡¡¡¡…es interminable la carretera cuando hay ansiedad por llegar…lo fantástico es que es Simona , seguramente, quien ha preparado tantos juegos con los que he visto se entretienen bastante ¡¡¡¡¡
    besossssss

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *